Vacanze sicure

5 castelli da visitare in Trentino

castello buonconsiglio trentino

Di cose da fare in Valle di Ledro, come abbiamo visto in tanti altri post, davvero non ne mancano. Ma l’intero Trentino è ricco di attrazioni da non perdere, naturali ma non solo. Indubbiamente, il viaggiatore che si muove per le valli di questo territorio ricco di cultura resterà stupito dal numero di roccaforti che si scorgono chilometro dopo chilometro. Di alcuni castelli sono rimasti solamente i ruderi, mentre altre residenze signorili medievali sono ancora perfettamente in piedi, in pieno splendore.

Alcune di queste cittadelle fortificate sono inerpicate su montagne rocciose, mentre altre sorgono graziose in mezzo a distese di vigneti. Memori di incontri che hanno fatto la storia, di leggende romantiche e misteriose, e ancora, di grandiose battaglie, i castelli del Trentino non aspettano altro che essere visitati. Come detto, però, sono tanti, tantissimi, e non a caso: si tratta pur sempre di una terra di confine, dove alle opulenti residenze signorili si sommano le fortificazioni difensive.

Come scegliere quali visitare? In questa pagina ti presenteremo 5 tra i migliori castelli del Trentino: buona lettura!

I migliori castelli in Trentino: 5 proposte

Castello del Buonconsiglio

In una lista dei migliori castelli in Trentino non può certo mancare lui, tra i principali simboli del grazioso capoluogo: il Castello del Buonconsiglio.

Si tratta di una enorme complesso monumentale, frutto di costruzioni di epoche diverse. Il nucleo più antico, chiamato non a caso “Castelvecchio”, risale al dodicesimo secolo, mentre le costruzioni che lo attorniano sono frutto di edificazioni successive: Torre Aquila, famosa e visitatissima per gli stupendi affreschi gotici del Ciclo dei Mesi, risale per esempio al quattordicesimo secolo, mentre in pieno Rinascimento venne costruito il Magno Palazzo.

Il castello è stato a lungo la residenza dei principi vescovi di Trento, per venire infine secolarizzato nel 1803. Ogni gradino, ogni luogo di questa roccaforte possono raccontare qualcosa, atti lieti come tragedie: fu proprio nel cortile del castello, per esempio, che durante la Prima Guerra Mondiale vennero giustiziati i tre irredentisti Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa.

Castel Beseno

A circa un’ora di auto dalla Val di Ledro, a metà strada tra Trento e Rovereto, svetta grandiosamente Castel Beseno, che dall’alto di una collina domina sulla Valle dell’Adige. Si tratta della più grande fortezza dell’intera Regione, che grazie al suo ottimo stato di conservazione dà la possibilità di comprendere davvero come si viveva in un castello al volgere del Medioevo.

Visitando questo castello potrai accedere ai suoi fantastici camminamenti lungo le mura, con i panorami unici che questi possono donare, potrai maneggiare e indossare elmi, corazze, scudi e armi medievali, insomma, potrai diventare per qualche minuto un guerriero in difesa del territorio. Del resto proprio qui, tra le mura della fortezza, nelle sale del Palazzo di Marcabruno, è possibile visitare una mostra dedicata alla battaglia di Calliano, avvenuta sotto le mura di Castel Beseno tra le truppe tirolesi e l’esercito aggressore della Serenissima. Da non perdere!

Castello di Arco

Arco, città asburgica ricca di palazzi eleganti e ville in stile liberty, dista circa mezz’ora dalla Valle di Ledro: le sue curiose viuzze si estendono sotto alla bellissima rocca, che domina il Garda Trentino.

Ancor prima del castello, a stupire i visitatori è il sentiero che dalla città porta alla fortezza, che si snoda tra ulivi secolari. Certo, molte parti del complesso sono andate distrutte dai numerosi assalti – l’ultimo dei quali risale al 1703, ad opera delle truppe francesi – ma restano ancora in piedi le alte torri e alcune affascinanti sale, tra cui la Prigione del Sasso. Merita sicuramente una visita la Torre Grande, con il suo ciclo di affreschi trecenteschi.

Castel Stenico

Lo si scorge già da lontano: l’imponente maniero domina infatti le Giudicarie, e si staglia nell’orizzonte di chi si avvicina alle Dolomiti. Chi ha già visitato il Castello del Buonconsiglio, in realtà, ha già visto il profilo di Castel Stenico: questo è infatti raffigurato in uno degli affreschi del Ciclo dei mesi.

All’intero delle sue sale sono custoditi tanti piccoli tesori tutti da ammirare, dagli antichi letti a baldacchino ad antichi e complessi chiavistelli, per arrivare fino alle lugubri prigioni. Da notare che, facendo attenzione, dall’esterno del castello è possibile sentire lo scrosciare delle vicine cascate del Rio Bianco!

Castel Thun

Vera e propria perla della Val di Non, il ricco Castel Thun sorge su una collina in mezzo ai famosi meleti trentini. Elegante e sfarzoso, al suo interno si possono trovare gli arredi originali del 1500, nonché collezioni d’arte tutte da ammirare. Qui, per secoli, visse una tra le più potenti stirpi nobili del Trentino, per l’appunto la famiglia Thun, di cui il castello stesso narra la storia.

Si tratta indubbiamente di uno dei castelli medievali più belli del Nord Italia: si sa che il castello esisteva già nel 1200, per venire poi qui completamente distrutto da un incendio del 1500 ed essere ricostruito dai “Tono”, per essere infine oggetto di altri rimaneggiamenti in epoca barocca.

Vuoi saperne di più sul Trentino e sulle sue bellezze? Leggi Cosa vedere in Trentino e se ti piace la zona del Garda abbiamo anche un itinerario per un week end sul Garda Trentino.

Blog

Alla lista