Prenota

Malghe e rifugi della Val di Ledro

malga valle di ledro

Non solo lago e spiagge, ma esperienze autentiche immersi nell’aria di montagna della Val di Ledro!

I rifugi e le malghe danno la possibilità di fare escursioni alla scoperta dei sapori alpini, dei profumi delle cime e dei pascoli della Val di Ledro. Scopriamo insieme gli itinerari da non perdere!

Il Rifugio al Faggio in Val di Concei

Il Rifugio al Faggio si trova in Val di Concei, il cuore verde della Val di Ledro, meta ideale per escursioni semplici e adatte a tutte la famiglia.

Lo chalet Al Faggio è un ristorante dove si celebrano le ricette tipiche della Valle di Ledro…non solo polenta di patate e selvaggina, ma anche gustosi primi e secondi piatti con i frutti rossi raccolti nei boschi circostanti.

Un ottimo modo per raggiungere il Faggio è attraverso il sentiero di fondovalle che da Lenzumo porta al rifugio attraversando pascoli puntellati di mucche d’estate o innevati l’inverno, nella stagione fredda può essere raggiunto anche con le ciaspole.

In alternativa si può raggiungere in macchina seguendo i 7 km di strada asfaltata che parte all’altezza di  Pieve di Ledro, uno dei borghi più affascinati della valle e passa dai piccoli paesi della Val di Concei.

Partendo da Concei scoprirete diverse malghe come malga Dromaè, malga Gui e malga Cadria, percorrendo il “giro delle baite”, itinerario consigliato soprattutto l’estate quando è possibile assaggiare e naturalmente acquistare formaggi e prodotti caseari a chilometro zero.

Da Malga Trat al Rifugio Nino Pernici

Una classica escursione adatta sia d’estate che nei mesi autunnali è il percorso che porta prima a Malga Trat e infine al Rifugio Nino Pernici.

Il sentiero escursionistico n°413 parte dal parcheggio di Malga Trat, comodamente raggiungibile percorrendo la Val Concei in macchina oppure a piedi o in bici partendo da Lenzumo. D’estate la strada è sempre aperta ed alla malga è possibile rifornirsi di golosità casearie dell’azienda agricola La Genziana.

Il Rifugio Nino Pernici è raggiungibile attraverso una camminata di circa 30 minuti su percorso sterrato comodo anche per i più piccoli. Una volta arrivati vi attendono le bontà tipiche della cucina casereccia del rifugio dove è inoltre possibile pernottare. Partendo dal Nino Pernici, in circa un’ora e mezza sul sentiero n°402, si raggiunge Capanna Grassi, al di sopra dell’abitato di Campi e del Lago di Tenno.

In alternativa potrete tornare verso Malga Trat percorrendo il sentiero ad anello n°413 che passa da Bocca Saval dove oltre alla Malga Saval si possono scorgere i ruderi dell’ospedale militare. Il percorso ad anello con arrivo e partenza a malga Trat ha una lunghezza di 7 chilometri, per una durata di circa 3 ore e mezzo.

Malghe e rifugi attorno a Passo Tremalzo

I sentieri che portano a Passo Tremalzo son circondati di malghe e rifugi parzialmente raggiungibili in macchina, in mountain bike o a piedi attraverso percorsi di diversa difficoltà.

Il più famoso è il Rifugio Garibaldi, a monte del Lago d’Ampola. Il rifugio è normalmente chiuso d’inverno ma durante la bella stagione potrete fare sosta qui per assaggiare i piatti tipici o bere qualcosa in tutta tranquillità.

Le piccole Malga Giù e Malga Cita possono invece essere visitate l’estate partendo dal parcheggio di Passo Tremalzo, quando le mucche e le capre sono in alpeggio e i sentieri sono punteggiati di fiori alpini ed erbe autoctone.

Infine Malga Bezzecca, dimora estiva delle mucche dell’Azienda Agricola Batistì, è accessibile in macchina seguendo la strada panoramica che sale dalla Valle. Durante il periodo di apertura, tra giugno e settembre, si possono osservare i gesti tipici della cultura alpina, dalla produzione di profumati formaggi, alla gestione delle mucche. Per entrare in sintonia con questo mondo non perdetevi l’appuntamento con Albe in Malga!

Non vi rimane che indossare le scarpe da trekking e mettere lo zaino in spalla…si parte alla scoperta di malghe e rifugi!

 

Alla lista